Swing Collezioni Swing Posa in opera Manutenzione Swing Swing store

Posa in opera

Swing (LVT Collection Click), grazie al sistema innovativo clic system e alla sua struttura in pvc, combina la straordinaria facilità di posa con una grande resistenza all'usura nel tempo.
Sottilissimo, con soli 5mm di spessore, consente la posa in opera in ogni ambiente, anche con umidità elevata, senza la necessità di adattare le porte. Swing, con il suo sistema clic, si posa facile e veloce senza l'utilizzo di collanti e/o attrezzi particolari che solitamente provocano polveri e odori sgradevoli. Swing è al tempo stesso silenziosissimo, grazie alla sua capacità di attenuare il rumore del calpestio.

SCHEDA ISTRUZIONI PER POSA IN OPERA

Indicazioni generali
Al fine di garantire un corretto montaggio del pavimento, si dovrebbero sempre considerare le seguenti indicazioni:

INFORMAZIONI SUL SOTTOFONDO

Anche se SWING è stato ideato e realizzato per effettuare una posa cosiddetta "galleggiante" (cioè senza l'utilizzo di prodotti accessori come collanti o adesivi), è fondamentale preparare accuratamente il sottofondo dove si andrà a montare il pavimento, in modo da garantire sempre una posa adeguata.

Sottofondi in cemento

Sottofondi in calcestruzzo devono essere completamente asciutti, lisci e privi di residui di polvere, solventi, vernici, cere, grasso, olio, sigillanti per asfalto e altri materiali esterni. La superficie deve essere dura e solida e soprattutto priva di polvere o scaglie.

  1. Nuove lastre di cemento devono essere assolutamente asciutte (almeno sei settimane dopo il montaggio). In ultima analisi, il montatore che effettuerà il lavoro, è responsabile per decidere se il calcestruzzo sia asciutto abbastanza per procedere con la posa.
  2. Pavimenti in cemento, con riscaldamento a pavimento, non sono un problema purché la temperatura del pavimento non superi i 25°C in ogni punto. Prima del montaggio, è bene accendere l'impianto di riscaldamento onde eliminare ogni residuo di umidità.
  3. È assolutamente sconsigliato posare SWING su pavimenti con riscaldamento derivante da fonte elettrica in quanto, a causa dei repentini cambi di temperatura, ci potrebbero essere ripercussioni negative sul materiale. In tal caso EXPOSERVICE SRL non risponderà di eventuali reclami.

Pavimenti pre-esistenti

SWING può essere montato sulla maggior parte dei pavimenti a condizione che la superficie del pavimento esistente sia completamente liscia o venga resa comunque liscia. Le piastrelle di ceramica devono essere rese lisce applicando uno strato di cemento o compound in modo da appianare e livellare le fughe. Per i pavimenti resilienti esistenti, potrebbe essere necessario effettuare una rasatura in caso di superfici con finiture molto marcate. Pavimenti in vinile con materassini ad alto spessore o costituiti da diversi strati, nonché pavimenti in moquette o agugliato NON sono assolutamente adatti come sottofondi per lo SWING.

  1. È necessario effettuare una pianificazione in anticipo dello spazio di posa in modo da ottimizzare la quantità di materiale che si dovrà impiegare. Questo è importante al fine di calcolare quante doghe intere e quante parziali dovranno essere impiegate per ricoprire il pavimento.
  2. È importante rilevare che se la prima fila di tavole non avrà bisogno di essere tagliata in larghezza, sarà comunque necessario tagliare via la parte di testa, in modo che verso la parete ci sia sempre un bordo pulito e solido. È consigliato sempre utilizzare dei distanziatori che permettano di mantenere uno spazio di circa 8 millimetri dal muro durante il montaggio. Questo permetterà di lasciare lo spazio necessario alle doghe per espandersi e contrarsi in modo naturale.
  3. Montare la prima fila di doghe inserendo la linguetta di testa della parte più corta nella scanalatura sul lato corto della prima tavola. Continuare posando altre doghe lungo la prima fila utilizzando lo stesso metodo di posa.
  4. Per iniziare la seconda fila, tagliare una doga di misura più corta della doga nella prima fila (di solito è indicato utilizzare l'avanzo dell'ultima doga della prima fila). Quindi, installare questa prima tavola inserendo il lato più lungo nella scanalatura della doga della prima fila.
  5. Procedere con la doga successiva nella seconda fila, inserendo la linguetta di testa nella prima scanalatura sul lato più corto della doga precedentemente posizionata.
  6. Allineare la doga in modo che la punta della linguetta sul lato lungo laterale sia posizionata appena sopra la scanalatura della doga nella prima fila.
  7. Agendo con forza moderata, e inclinando la doga con un angolo di 20-30°, spingere la linguetta del lato lungo nella scanalatura della doga adiacente, facendola scorrere lungo la giunzione laterale corta. Potrebbe essere necessario sollevare un po' la plancia sulla parte sinistra per consentire l'azione azione di scorrimento.
  8. Le restanti doghe possono essere posate nel locale utilizzando la stessa tecnica. Assicurarsi di applicare sempre dei distanziatori, necessari verso tutti i dispositivi verticali quali muri, porte, armadi e simili.
  9. Le doghe di SWING possono essere facilmente tagliate con un semplice cutter oppure un coltello multiuso. È sufficiente incidere la parte superiore della plancia e spezzare la doga in due parti.

Vi informiamo che NON saranno accettati reclami sul prodotto da EXPOSERVICE SRL nel caso in cui le istruzioni di montaggio sopra riportate non vengano strettamente osservate.

⇓  Fai la tua domanda  ⇓

Accetta i termini della Privacy